Backloggery

sig.gif

mercoledì 10 gennaio 2018

Articolo di mezzo inverno 2017/18 - tutte le feste invernali racchiuse in un'album remix

Il tempo vola quando hai una cognizione temporale inconsistente quanto una stereotipata storia di viaggi temporali, ma non si può smettere di fruire un' opera per cambiarla con un' altra , essendo la vita reale (a meno che non ti defenestri da qualche parte). 
L'anno 2018 D.C. è arrivato più o meno dal nulla, perciò bisogna cercare di ricordare, al meglio delle nostre capacità, gli eventi accaduti nell'anno precedente, compito dalla variabile difficoltà se vivi giornate monotone e hai una memoria dura come la terracotta.
Fortunatamente ci sono buona volontà e un' articolo scritto circa due mesi fa a darmi manforte.


Dal caricamento dell'articolo precedente, cominciai a prepararmi per gli esami di informatica secondo il mio programma universitario, trovandoli alquanto comprensibili malgrado abbia conoscenze aritmetiche e algebriche arrugginite.  Certamente sarebbe stato d'aiuto se avessi frequentato un liceo tecnico visto la difficoltà di certi esercizi, ma se il testo afferma di essere scritto per un pubblico non orientato verso una specializzazione in informatica, allora dovevano impostare le spiegazioni per quei ex-studenti di licei classico, linguistico, artistico e psico-pedagogico che si trovano a dover usufruire di questo testo.




Nel frattempo sono accadute svariate cose, ma quelle che mi vengono in mente più di tutte sono il blocco del mio account di Paypal e la chiusura del sito Vidme: il primo è il sistema per ricevere donazioni, mentre il secondo poteva essere una valida alternativa per ottenere visibilità rispetto all'affollatissima piazza di Youtube.
E' stato un breve periodo di visibilità, non sfruttato
a dovere.


Fortunatamente sono riuscito a porre rimedio alla questione di Paypal con una chiamata al centro assistenza, ma riguardo a un portale di video alternativo dovrei scegliere tra siti come Dailymotion, BitChute o TwitchTV (malgrado sia sperimentale).  Qualunque sia il sito in questione, dovrò comunque sviluppare una programmazione di video costante se intendo ottenere almeno qualche briciola.


Il tempo passa e arriva il periodo natalizio, circondato tra freddo, cibo a volontà e soprattutto regali: motivo principale per festeggiare la festività oltre alle solite repliche di film come "Una Poltrona per Due (Trading Places)" o "Natale a Casa Pupiello" messo in terza serata assieme a qualche scadente commedia italiana odierna (tanto per dimostrare il rispetto per la produzione teatrale da parte dei direttori televisivi).
Prima di scrivere le cose regalatomi, potete mettervi in sottofondo la cover di "Dodici Giorni a Natale" ("Twelve Days of Christmas") fatto da Bob Dylan in persona, se fosse un franco-canadese dalla parlata strana e dalla parodia canora facile:





Quest'anno ho ricevuto cose gradevoli e utili, come vestiti e una comoda poltrona da PC, sfuggita miracolosamente dall marchio "Gaming", caratterizzato dall'effetto passivo di 40% in più di costo del prodotto. La poltrona è di buona fattura, alta abbastanza da non piegarti come un mulo per vedere lo schermo e comoda abbastanza da prenderci sonno (le ore piccole sono anche di aiuto, però).
Il gatto di casa condivide la mia posizione riguardo
la comodità della poltrona

Ho anche ricevuto il catalogo della mostra romana di Mangasia: Wonderlands of Asian Comics, basato sull'ononimo saggio dello studioso inglese Paul Gravett (ovver "Mangasia. La guida definitiva al fumetto asiatico"), con soggetto la storia e lo sviluppo del fumetto asiatico non solo giapponese, ma anche cinese, coreano, indiano, filippino e la maggiorparte del continente.
Non si direbbe, ma è un vero mattone
di immagini e testi.
 
Tra il freddo e le abbuffate, le ferie natalizie finiscono al tredicesimo giorno di natale (l'Epifania, per essere precisi) e il 2018 comincia seriamente.
L'anno 2017 non è stato particolarmente fastidioso o pieno di note negative come il precedente, se non fosse per l'aggiunta di alcuni giochi online in più da gestire cosi come più esami da macinare.

Anche se l'anno è iniziato da qualche settimana, auguro lo stesso un 2018 spensierato, salutare e pieno di colpi di sedere (cosa che non mi riguarda, avendo perso la Lotteria Italia 2017).




P.S. per quest'anno non ho fatto un video di addii al precedente, però posso condividere qualcosa che potrebbe renderlo gradevole.

sabato 11 novembre 2017

Un quarto di secolo e un mese dopo - analessi della mia vita non inclusa

Sono riuscito a liberarmi un po' di tempo per scrivere qualcosa sul blog, con lo scopo di far sapere cosa ho fatto nei mesi precedenti.
Pianificavo di scrivere e pubblicare il post nel giorno del mio 25mo compleanno, ma gli impegni me lo hanno impedito, ed eccoci qui un mese dopo a scrivere spiegazioni.

A causa dello studio universitario, non ho vissuto un'estate molto rilassante rispetto al solito, malgrado sia riuscito a ritagliarmi qualche giornata passata al mare tra bagni e letture sotto il sole (sono riuscito a finirmi di leggere "Una Vita tra i Margini", ad ogni modo).
Questo non è il primo anno che studio durante estate, come quelli del liceo per recuperare le materie o quella del 2015 per studiare cinema, ma ci sono stati altri motivi che hanno intralciato la quiete: il caldo incessante; un PC che ho dovuto formattare (fortunatamente senza perdere i dati e le registrazioni); scleri nei giochi online; e un'allergia che mi ottura il naso a ogni cambio di stagione.
A parte le litigate con i gabbiani e la caccia per il cibo, i cormorani
riescono a godersi un po' di riposo.



Dopo tutto questo, comincia l'autunno, cioè un'estate con un rinnovo tanto indesiderato quanto quelli delle serie televisive e delle cariche politiche.  In questo periodo, sono riuscito a mettere a frutto lo studio estivo, superando l'esame di sociologia, riuscendo a godermi il meritato riposo.
Ammetto che questa è la prima volta nella vita che vivo le ferie dallo studio nel periodo autunnale, persino dopo la fine del percorso dell'obbligo scolastico ero incastrato nel ciclo di "ferie estive, lavoro d'autunno in poi", è una gradevole sensazione di freschezza (interiore visto che faceva ancora caldo).


Arriviamo al giorno del mio compleanno, con i soliti festeggiamenti anticipati o posticipati (dipende dall'anno), i deliziosi pasti in famiglia e i regali, tra cui una cosa dalla vecchia scuola del "spezzare il tempo senza spezzarsi le ossa":
Un possibile video di gameplay?
Se lo chiese quello che non carica niente.



Parlando di vecchia scuola, in questi giorni ho giocato a qualcosa di particolare rispetto ai soliti giochi online (tra i quali si sono aggiunti "Shakes & Fidget" e "Kingdom of Loathing" in questa estate), cosa che ha fatto molto parlare la parte videoludica della rete e a ricordare ai giocatori casuali cosa sia un vero videogioco:


 "Cuphead"

Un gioco Run & Gun in un mondo animato ispirato ai cartoni degli anni 30' (come quelli della Fleischer Studios, Disney, Warner e MGM), nel quale bisogna affrontare livelli e (molti)boss grazie alla memoria, prontezza di riflessi e una pianificazione ben pensata.

Se vi viene in mente Topolino o Braccio di Ferro/Popeye guardando
l'ìmmagine, allora è normale.
 
Malgrado la rognosa difficoltà in molte occasioni, non è cosi difficile e maligno come lo si legge e lo si sente sulla rete (i paragoni a Dark Souls non si possono sentire tanto che sono rozzi), specie se non ti costringe a farti interi livelli di fila prima dei boss in una manciata di tentativi, essendo io reduce di sparatutto a scorrimento della "CAVE": quelli che devi ottenere milioni di punti senza morire, senza usare bombe, senza bestemmiare e se l'ora di gioco coincide con la data di nascita di un' anonimo agricoltore malesiano (qualcuno da 4chan lo definirebbe "autismo" ).

Inoltre, se qualcuno segue il mio profilo Twitter, avrete notato un paio di post sui giochi di "Record Keeper" e "Touken Ranbu". Essendo questi giochi online con cose da fare più o meno ripetitive, non mi concentro molto sullo scrivere o addirittura fare video al riguardo (anche se il primo titolo potrebbe avere un qualche potenziale), ma questa volta mi sono voluto sfogare dopo aver risolto con successo delle sfide erculee: finirmi tutti gli eventi degli anni precedenti attraverso i "Renewal Dungeons", portandomi a casa oggetti molto utili; e l'ottenimento di una spada esclusiva in un' evento, dalle percentuali di uscita a dir poco infime, rifacendomi in parte della sconfitta subita nei mesi precedenti (per la cronaca, quello era uno dei miei scleri estivi).

Questi post mi hanno fatto ricordare che devo essere più attivo su Twitter, almeno oltre alle notifiche di post e di video rilasciati. Perché Backloggery potrà pur essere un modo per dimostrare la mia attività video ludica, ma credo che qualcosa di più dettagliato come post o video non possano nuocere affatto.


Purtroppo il tempo vola, perciò si ritorna allo studio e all'incertezza se riuscirò a dedicare il mio tempo su questi siti.
Ma non sarò fermato dal freddo e neanche dalla fugacità del tempo, malgrado mi assaltano a raffiche.

venerdì 7 luglio 2017

Gli aggiornamenti d'estate 2017 - Perché i mesi di inverno e primavera erano di letagro

Nonostante i propositi di scrivere più post sul blog (e pubblicare più video su youtube), gli impegni e le distrazioni sono dietro l'angolo che chiedono di essere seguite per necessità, con i primi, di costruirmi un futuro meno incerto e, con i secondi, per distrarmi dalla stanchezza e dalla negatività quotidiane.



Proprio in questo periodo, parlando di doveri, gli impegni universitari sono seguiti con costanza, nonostante le interruzioni dovute al mio ciclo dormi-veglia stabile come una bagnarola in piena tempesta (o una banale grandine, se si vuol lusingare il difetto), con l'aggiunta dell'emergenza meningite che posticipò di qualche mese l'esame per potermi vaccinare.
In compenso ho potuto godermi una Pisa nebbiosa in cielo aperto (cosa mai vista in vita mia) e approfondirne ulteriormente le sue strade.
Sarà pura un monumento urbano, ma si poteva fare molto più di una scaglia di roccia rifinata.






















Sono riuscito a superare letteratura italiana e ora mi sto dedicando a sociologia, nonostante la tregua sia stata leggermente sporcata da una cistite del mio gatto (grazie ai cieli non è finita male) e dalla umidità.



Invece, riguardo ai piaceri, oltre alle solite attività di navigazione su internet e sporadiche sessioni di gioco su emulatori e PC, si è aggiunto un'altro gioco online chiamato Final Fantasy Record Keeper, basato sulla storica serie videoludica creata dalla SquareSoft (ora Square CretiEnix).

Sfottiamo il boss caduto con un assolo di
FUNGAHHH!
Visto che sono estraneo alla serie e ai suoi titoli se non per aver visto i pochi fan di famiglia giocarci e qualche spin-off giochicchiato per conto mio,  è  normale chiedersi perché ho cominciato - se non per pressioni esterne - e perché sto continuando.


Semplicemente perché è uno dei pochissimi giochi online con meccaniche di gioco serie e profonde; freemium opzionale se ci si organizza bene o non si è terribilmente sfortunati e una grande fedeltà alla maggior parte delle caratteristiche della serie.


Malgrado le difficoltà iniziali riguardanti l'imparare le meccaniche di gioco, potenziare i personaggi e abituarmi alle tempistiche delle battaglie, sono riuscito a mettermi quasi alla pari con lo stato attuale del gioco (specialmente se hai botte di culo nelle pesche  di oggetti speciali) e a macinare anche le battaglie più complicate, quelle in cui ogni mossa deve essere pianificata in anticipo per evitare brutte sorprese - che arrivano comunque a causa del RNG.


Ovviamente, avendo anche Tucano Rambo tra i giochi online, si prendono il mio tempo e energie malgrado abbiano i loro momenti di attesa come da manuale per questa tipologia di giochi.
Non che una buona organizzazione non possa amministrare il tempo....se venisse applicata neanche fosse un governo comunale.



Ma questo periodo non è stato di sole ciance, poichè il blog ha ricevuto delle modifiche alquanto importanti:

-- il link del blog è stato cambiato in "void-galaxy.blogspot.it" , rispondendo allo squillante quesito su come sia sparito il blog
-- l'aspetto grafico del blog è passato da viola a lilla/celeste, con sfondo di stelle (almeno sembrano) e contorni leggermente più visibili
-- un banner che rappresenta i videogiochi del momento tramite il sito Backloggery, da aggiornare manualmente ogni tanto (compito personale, non di certo del tasto "aggiorna" )
-- la creazione della pagina "Donazioni" , per chiunque desiderasse e volesse sostenermi con della pecunia, sia quella normale via carta di credito che quella attraverso criptomonete tipo Bitcoin, Litecoin e cosi via.

Infine, ho deciso di postare i miei video precedenti su un'altro sito di condivisione video, dimostrandosi un'alternativa valida: si chiama Vidme.
Pagina principale del sito con le solite anteprime "accattivanti"

Oltre alle solite funzioni che si trovano su Youtube , offre anche la possibilità di fare donazioni ai singoli video (tips); iscrizioni mensili a pagamento per contenuti esclusivi; caricare video da PC o da link e caricare anche le gif (se qualcuno detesta le miriadi di siti di immagini esistenti).
Non soltanto mi sono trovato bene con l'interfaccia e le condizioni per la verifica del canale, ma la giovane età della piattaforma ha permesso un numero di sicritti e di visualizzazioni più alto rispetto alla piattaforma di google, nonostante non carichi video in maniera compulsiva.

Ogni nuovo video creato, d'ora in avanti, sarà caricato sia su Youtube che Vidme,  postando le notifiche su Twitter e caricando l'articolo del video sul blog, decidendo se incorporare il lettore di uno o dell'altro sito per aumentare visualizzazioni.
Nel frattempo, ho inserito i link dei video fino ad ora su Vidme nella sezione "VIDEOS", assieme alla spiegazione dietro alla creazione di ogni video.

Riguardo ai video, ce ne sono alcuni in lavorazione, ma saranno rilasciati a lavoro finito poiché sono pessimo con le stime.


Spero che l'articolo abbia fornito abbastanza delucidazioni sullo stato attuale mio e del blog.
Vi auguro una buona estate.

domenica 1 gennaio 2017

Cerimonia d'addio del 2016



Nel precedente post ho mandato al diavolo il 2016, ma in questo video,girato ieri rispetto alla data di caricamento, lo spedisco proprio tra le fiamme.

Rinnovo gli auguri per il 2017.